Just another WordPress.com site

Anche l’intervista virtuale al grande genio del passato è ormai conclusa. Non nascondo i miei dubbi iniziali su chi potesse essere il protagonista della mia intervista: su chi potevo orientare la mia scelta?

Così mi sono resa conto del bisogno di documentarmi navigando nella rete scoprendo tanti e molti personaggi che hanno o che ancora contribuiscono al progresso della scienza informatica. Molti di loro, la maggior parte direi, abitano la storia e la nostra contenporaneità. Allora mi sono detta che geni così tanto del passato non lo fossero davvero!

Ma poi più che passato, bisogna considerare il rapporto inscindibile tra informatica e tecnologia, dove quest’ultima aiuta davvero a scrivere la storia dell’altra. Il tutto, tra l’altro, in tempi davvero rapidissimi e notevolmente velocissimi, da far apparire antico e passato remoto, quello che è invece parte di un passato più recente. Tutto è dettato dai tempi di questa rapida tecnologia, che fa diventare in poco tempo ciò che era sogno, in un immediato progetto che rapidamente diventa alla portata di tutti.

Così ho scoperto che gli anni ’90 sono davvero un passato remoto nel campo dell’informatica, se paragonati ai livelli della tecnologia di oggi. Ma qui ho trovato “grand passi”, passi importanti che hanno segnato la storia del nostro modo di accostarci al mondo del computer.

Così sono arrivata all’inventore del www, Tim Berners Lee!

Scopro che dall’intuizione di un fisico con il pallino dell’informatica oggi navigo in internet, posso comunicare e viaggiare nel web grazie a un semplice click.

Leggo la sua biografia e rimango davvero colpita dai valori professionali ed etici che hanno accompagnato quest’uomo nel corso della sua brillante carriera. Una grande intuizione, la voglia di osare e di sognare hanno guidato la sua magnifica impresa, che ha portato alla nascita del Worl Wide Web.

Il tutto senza scopo di lucro: Lee non è miliaridario, ha voluto WWW  libero, gratuito e accessibile a tutti e ancora lo difende secondo quei principi democratici di cui si sente ancora oggi profondamente sostenitore.

Ma soprattuto lo trovo ancora un grande sognatore, che cerca di immaginarsi un altro futuro possibile e a quello vi dedica la sua vita.

Credo che i motivi per intervistarlo ci siano stati davvero tutti!

Chiunque abbia perso la cognizione del tempo mentre usava un computer, conosce l’inclinazione a sognare, il bisogno imperioso di far sì che i sogni si realizzino e la tendenza a saltare i pasti. (Tim Berners Lee)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: