Just another WordPress.com site

Quello dei diagrammi di flusso (in inglese detti anche flow chart) è un linguaggio di modellazione grafico per rappresentare il flusso di controllo di algoritmi, procedure, istruzioni operative (in senso lato).

Esso consente di descrivere in modo schematico

  • le operazioni da compiere, rappresentate mediante sagome convenzionali (ad es. rettangoli, rombi, esagoni, parallelogrammi, rettangoli smussati…) all’interno delle quali un testo descrive l’attività da svolgere.
  • la sequenza nella quale devono essere compiute, rappresentate con frecce di collegamento.

I diagrammi di flusso sono uno strumento spendibile sul piano didattico: essi rientrano a loro volta nel gruppo del diagramma a blocchi, che riviano alle mappe concettuali, grandi strumenti cognitivi per rappresentare e visualizzare informazioni e conoscenze.

Vediamo i diagrammi di flusso applicati alla risoluzione dei problemi.

Per rappresentare il problema si utilizzano tipolgie di blocchi particolari e regole specifiche.

Tipologie di blocco:

  •  il blocco inziale, a forma di ovale, che ha una sola freccia in uscita;
  •  i bolcchi a forma di parallelogrammo, che contengono i dati o i risultati del problema, dotati di una freccia in entrata e una in uscita;
  • i blocchi rettangolari, con una freccia in entrata e una in uscita, indicano le sequenza delle varie istruzioni da seguire;
  • i blocchi romboidali, con una freccia in entrata e due in uscita, indicano le operazioni di confronto con due possibili scelte alternative;
  • il blocco finale , a forma di ovale o cerchio, con una sola freccia in entrata.

I diagrammi possono essere di tre tipi fondamentali:

  1. diagrammi con struttura a successione;
  2. diagrammi con struttura a ramificazione;
  3. diagrammi con struttura ciclica.

Ecco un semplice problema risolto con un diagramma a ramificazione:

“Claudio ha mal di testa e la mamma decide di misurargli la febbre; se la temperatura è superiore a 38°C, la mamma chiama il medico per un controllo e poi lo manda a letto; se la temperatura è inferiore, Claudio prende un’ aspirina e poi va a letto.”

problema_flusso

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: